Lettera del Parroco per la festa di San Cataldo 2021

2021-04-25 00:42

Don Giuseppe Amato

Lettera del Parroco per la festa di San Cataldo 2021

Carissimi,anche quest’anno celebriamo la memoria Liturgica di San Cataldo che la devozione popolare invoca, insieme allo Spirito Santo e alla Vergine

 

Carissimi,

anche quest’anno celebriamo la memoria Liturgica di San Cataldo che la devozione popolare invoca, insieme allo Spirito Santo e alla Vergine Maria Assunta in cielo, quale patrono della nostra Città di Gangi.

 

Siamo consapevoli che lo Spirito è l’autore di ogni santità, ne è regista discreto, misterioso ed efficace. Nella Chiesa lo Spirito si adopera a formare un popolo di santi, "stirpe eletta, regale sacerdozio, nazione santa" (1 Pt 2,9). In Maria, assunta in cielo, nello stesso tempo, risplende la pienezza di questa santità a cui tutti siamo chiamati, il non ancora della Chiesa pellegrina nel tempo e nella storia.

 

Per questo oggi guardiamo ai santi e in particolare al nostro Santo Patrono col desiderio di percorrere la stessa via, ciascuno secondo la vocazione che ha ricevuto, nel dispiegarsi della nostra quotidianità e fondando sempre di più la nostra fede nell’unico Signore Gesù Cristo.

 

Con la sua predicazione e la sua carità San Cataldo convertì diversi popoli dal paganesimo e ciò ci ricorda quanto oggi sia necessaria la nostra testimonianza cristiana per quanti cercano il Signore, desiderano incontrarlo, conoscerlo e amarlo.  

 

I giorni che vivremo in preparazione alla festa e le diverse celebrazioni siano l’occasione per le nostre comunità per un ascolto attento della Parola del Signore, per la preghiera personale e per un autentico cammino di conversione. Non possiamo “essere luce” per gli altri se non convertiamo prima noi stessi, così come ci ricorda l’Evangelista Luca: “Può forse un cieco guidare un altro cieco? Non cadranno tutti e due in un fosso? Un discepolo non è più del maestro, ma ognuno, che sia ben preparato, sarà come il suo maestro” (6, 39 – 42).

 

E allora, questo tempo, in cui vengono meno le manifestazioni esterne della nostra devozione, tutte quelle partiche legate alla pietà popolare, sia l’occasione favorevole per riscoprire l’essenziale che ha fondato la fede dei nostri padri e che ci è stato trasmesso nelle tradizioni.

 

Vi aspetto dall’1 al 10 maggio p.v., secondo il calendario delle celebrazioni, ai piedi del nostro Santo Patrono per metterci insieme alla scuola dell’unico Maestro e ascoltare la voce dello Spirito Santo che ci guida sulle strade della vita per continuare a fare nuove tutte le cose.

 

Il Signore per intercessione di Maria SS. Assunta e di San Cataldo, ricolmi i nostri cuori di ogni benedizione porti pace e serenità nelle nostre case e conforti il dolore e la sofferenza di quanti sono piagati nel corpo e nello spirito.

 

 

Gangi, 25 aprile 2021

Nella IV Domenica del Tempo di Pasqua

 

 

L’Amministratore Parrocchiale

Don Giuseppe Amato

 
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder